domenica 30 ottobre 2011

Scusate l'assenza, ma torno con Dior!

Ciao a tutti! Dopo tanto torno a scrivere!
Per i prossimi giorni avrò un po' di post arretrati da proporvi, questo perchè purtroppo sono stata molto presa da impegni personali, alcuni dei quali mi hanno portata anche fuori dall'Italia. Vedrò però di aggiornarvi su tutto ciò che ho tralasciato in questo lungo periodo.
Mi scuso anticipatamente per il ritardo e vi auguro buona lettura! ;)



Oggi vi parlerò di un evento al quale ho partecipato con una mia amica; si tratta della presentazione della nuova linea di creme Dior Prestige.

La serata si è svolta nella sede centrale di via Ripamonti e ad aspettarci c'era un ambiente molto più suggestivo del previsto. Infatti, mentre salivamo le scale per raggiungere il secondo piano, dalle vetrate si poteva osservare una distesa verde piena di banani e alberi tropicali vari, attraversata da un corso d'acqua.
Insomma, un vero e proprio angolo di paradiso teletrasportato nella nostra Milano. Impensabile, se non l'avessi visto con i miei occhi!
L'evento, tenutosi per le clienti più affezionate, è iniziato con un aperitivo delicato. Vi erano stuzzichini prelibatissimi, fragole e dolcetti vari, serviti in dei bicchierini trasparenti.



Io, ovviamente, ho assaggiato un po' tutto..Veramente buono!
Dopo gli assaggini e un bicchiere di prosecco, ci siamo accomodati tutti ai nostri posti per seguire la presentazione della nuova linea.


Ma prima parliamo brevemente delle origini: Chi è Christian Dior?

Dior nasce a Granville il 21 Gennaio 1905. Grazie all'aiuto finanziario del padre, nel 1927 apre la sua galleria d'arte, venendo a contatto con artisti del calibro di Picasso, Dalì, Cocteau etc.
Dopo pochi anni però, pur avendo ottenuto grandi risultati, si vede costretto a chiudere.
Nonostante tutto, porterà con sè questo suo amore per l'arte, anche nella moda.
L'8 Ottobre 1946 apre il suo primo atelier a Parigi, ma la vera svolta è nel '47, quando lancia in America la sua nuova collezione: New Look. Questa linea è caratterizzata da spalle arrotondate, fianchi e seno ben definiti e gonne lunghe a forma di corolla; una vera innovazione per quegli anni, anche se lo stesso Dior dice di essersi ispirato agli abiti indossati dalla madre.


Grazie alle sue collezioni, Parigi, che era stata surclassata dalla moda americana e italiana, ritorna al suo primato come capitale mondiale della moda.
Un'altra intuizione geniale di Dior fu quella di abbinare gli accessori alla linea di abiti, vendendo così anche scarpe, borsette, foulard, profumi e persino smalti.
Nel '47, in contemporanea alla linea New Look, nasce la prima fragranza, Miss Dior.


Christian Dior aveva cura per la qualità e la scelta dei materiali pregiati da usare nelle sue creazioni, che erano sempre contraddistinte da un lusso raffinato.
Stilista perennemente alla ricerca del sublime e che aveva tre parole d'ordine: Passione, Eleganza ed Eccellenza.
I suoi abiti vennero indossati dai personaggi più famosi dell'epoca, a partire dalle attrici sino ad arrivare alle componenti delle famiglie reali. I vestiti confezionati vennero usati anche nei set cinematografici, vedi "Paura in palcoscenico" di Alfred Hitchcock.
Dior muore nel '56 in Italia, a Montecatini. Nel '57 sarà il primo stilista ad apparire sulla copertina del Time.
Dopo la sua morte, la Maison verrà seguita Da Yves Saint-Laurent, Marc Bohan, Gianfranco Ferrè, John Galliano.



Ma parliamo della nuova linea skincare Dior Prestige; queste creme nascono da una rosa particolare, al lavoro di 260 ricercatori, 35 anni di esperienza e una forte collaborazione con le università più prestigiose del mondo. La Maison, per ottenere i risultati migliori, si avvale delle scoperte più innovative, soprattutto di quelle di tre premi Nobel.
Ad esempio, la prima linea skincare, Capture, è stata creata con l'aiuto dell'università di Standford, basandosi sugli studi fatti sulle cellule staminali.


"La Donna Dior è una Regina, come la Rosa è la Regina dei Fiori" (Christian Dior)



La crema Prestige nasce da una rosa particolare, la Rose Satin che cresce nei giardini di Granville.
Ma perchè proprio questo fiore e non un altro? Sul diario personale di Dior vi è trascritta una vicenda realmente accaduta allo stilista, che ce lo spiega. In un giorno di tempesta, nel suo giardino di casa, tutto andò distrutto, tranne un cespuglio di rose satin. Da qui la scelta di questo specifico fiore, che però doveva essere il più perfetto possibile, così da ottenere la crema ideale.
Per ottenere risultati migliori si è lavorato persino sugli incroci delle rose, fino ad ottenere la rosa satin per eccellenza, resa ancora più forte e bella poichè ricostruita partendo dai suoi discendenti.
Ci sono voluti 7 anni di ricerche, passaggi e trattamenti fondamentali e particolari, tra i quali la raccolta manuale, effettuata rigorosamente all'alba (questo perchè in quel momento della giornata i principi attivi sono al massimo), nettare vegetale esclusivo e una coltivazione totalmente bio.
Sono questi i dettagli che conferiscono alla linea la sua esclusività.



Il programma Dior Prestige si divide in 3 fasi:

1) Nectar Satin Revitalisant: un siero dalla texture leggera che leviga la pelle.
2) Creme Satin Revitalisant: una crema che grazie alla sua fisicità promette morbidezza.
3) Creme Satin Regard Revitalisant: Una crema per il contorno occhi ad azione decongestionante che dona un viso riposato e ringiovanito.

Ma scopriamo qualcosa in più!
Il siero è costituito da due tipi di nettare, quello di Rose Satin e quello di Kniphofia; quest ultimo proveniente dai giardini di Dior situati in Madagascar.
Mentre il primo nettare lenisce la pelle inibendo le microinfiammazioni causate dalle aggressioni ambientali, il secondo nutre in profondità rivitalizzando il tessuto cutaneo.
Questo connubio esclusivo agisce su un enzima e ripara i danni che favoriscono l'invecchiamento della pelle. Rughe, perdita di tono e mancanza di luminosità sparisco.
La linea Dior Prestige assicura un risultato immediato e una pelle sempre più bella, giorno dopo giorno.



Ora però vorrei sapere se qualcuna di voi conosce questa linea, se la usa e come si trova.
Io vi farò sapere cosa ne penso, prima però proverò i campioncini che mi sono stati dati alla fine della presentazione.

Prima di lasciarvi però, vi svelerò qualche piccolo trucchetto per ottimizzare l'utilizzo dei prodotti:

1) Preparate il viso pizzicandolo delicatamente, riattiverete la circolazione.
2) Stendete la crema con movimenti lunghi e morbidi, come a tendere la pelle verso l'esterno.
3) Quando applicate la crema sul collo, fatelo partendo dall'alto e proseguite verso il basso.
4) Prima di mettere la crema sul contorno occhi, pizzicate gentilmente l'arcata sopraccigliare e premete delicamente la parte bassa sotto l'occhio.
5) Esercitate pressioni sulla fronte, come per calmare il mal di testa. Vi sentirete più calme, leggere e meno stressate!
6) Ultimo, ma non meno importante, è il naso: premetevi leggermente ai lati.

Buon utilizzo!



Un ringraziamento particolare alla mia amica Federica, con la quale sono andata all'evento.


Prashadi

Fashion Instagram

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...